Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Casseforme e Ponteggi per l'edilizia

Il primo passo verso la modernizzazione di PETROPERU’

31/01/2018
Il Progetto di Modernizzazione della Raffineria Talara prevede la realizzazione di nuove unità produttive e l’implementazione di nuovi sistemi e procedure che ne faranno aumentare sia la capacità che l’efficienza.

1700 unità d’attrezzature specializzate, 230.000 m3 di calcestruzzo, 53.000 tonnellate di strutture metalliche di supporto, 45.000 tonnellate di tubature, 3.000 km di cavi: queste sono alcune delle caratteristiche che indicano le dimensioni del progetto che contribuirà allo sviluppo dell’infrastruttura energetica del paese.

Le esigenze relative alla sicurezza e la pianificazione dettagliata per progetti di questo tipo hanno sempre alta priorità e sono estremamente impegnative. Le precedenti esperienze di ULMA nell’industria hanno aiutato molto ad accelerare la velocità di lavoro, e hanno consentito l’effettiva risoluzione dei problemi dall’inizio del progetto.

Una delle principali sfide era progettare strutture leggere con elevate capacità di carico, tenendo in considerazione il peso degli assemblati metallici da installare, i carichi di lavoro e la forza dei venti talvolta considerabili.

La prima fase del progetto è iniziata con la costruzione delle unità produttive, seguita dall’installazione di strutture metalliche per supportare l’attrezzatura di raffinazione e lavorazione del petrolio grezzo e il passaggio dei tubi. Le casseforme e i ponteggi ULMA hanno svolto un ruolo cruciale nel completamento di tutte le attività.

I sistemi di casseforme ULMA hanno permesso di ottenere un’alta produttività nella realizzazione di edifici anche in caso di spazi stretti e geometrie insolite, dove sono necessarie sia strutture verticali che orizzontali. COMAIN è stato utilizzato come sistema leggero di casseforme per pareti, e fondazioni, mentre il sistema ENKOFLEX è stato utilizzato per i solai.

Il sistema BRIO ha una duplice funzione, fornisce non solo  piattaforme di lavoro versatili, utilizzate in modo diverso nelle varie fasi di costruzione, ma funziona anche come sistema d’impalcatura robusto, sicuro ed estremamente stabile per il getto dei solai e travi a notevoli altezze e con diversi spessori.

L'impalcatura BRIO è stata impiegata in una moltitudine di modi in tutto il complesso, il quale richiede più di 4.500 tonnellate di materiale solo per questo sistema.  L’impalcatura sospesa utilizzata il sostegno delle tubature è stata configurata in larghezze di 6, 8, 10 e 12 m, sovrapposti fino a sei livelli in altezza. I componenti modulari e la possibilità di mettere il sistema sospeso hanno semplificato molto l’installazione delle tubature e hanno fornito la soluzione adattabile per ogni situazione che si è presentata.

La versatilità del sistema d’impalcatura ha consentito soluzioni ad hoc per le numerose e varie strutture. Le torri d’impalcato hanno raggiunto 90 m in altezza o a sbalzo fino a 4m. Per aumentare il supporto al carico sono state installate travi MK ogni 12-14m.